Vacanza a Pinzolo: Divertimento assicurato per tutti

La prima volta che mi hanno detto “Quest’anno vacanza a Pinzolo”, ero piuttosto scettica: non è che sia una patita della montagna. Sarà che soffro di vertigini, nella mia immaginazione la montagna era associata allo stress delle scarpate, alla fatica fisica, allo sport estremo. Ho dovuto ricredermi: Pinzolo incanta per la sua semplicità. Sin dai primi attimi in cui sono arrivata, l’atmosfera che ho respirato è stata familiare ed é riuscita a trasmettermi un senso di serenità che solo poche altre località turistiche mi sono riuscite a dare.

 

Pinzolo, no stress e no fatica. Il territorio, situato nella parte più ampia dell’alta Val Rendena, declina dolcemente prima di risalire verso le circostanti località turistiche della zona, tra le più rinomate: Pinzolo dista, infatti, pochi chilometri dalla frazione di Madonna di Campiglio, Folgarida e Marilleva. E’ un paese inserito nel  comprensorio sciistico più esteso delle Alpi, ben 150 km di piste collegate tra loro dai più moderni impianti.

Sia d’estate che d’inverno, perché sono tornata entusiasta anche per l’ultimo dell’anno, Pinzolo offre vita vera. Nessun limite al divertimento sia per l’intera compagnia, una decina di amici anche con bambini a seguito,  ma anche per le coppie che hanno ritrovato la loro complicità nel pieno relax. E’ stata una vacanza perfetta grazie alla moltitudine di opportunità di svago.

 

D’estate infatti abbiamo preso d’assalto i numerosi parchi in cui fare organizzati picnic, prendere il sole e giocare in tutte le ore della giornata. Il Comune ha focalizzato la nostra attenzione con spettacoli d’intrattenimento sia per grandi che piccini. Il torrente Sarca, che attraversa Pinzolo, ci ha dato la possibilità di percorrere le sue sponde in uno scenografico precorso adatto per il trekking, le pedalate in MTB o il footing. I passeggini hanno retto bene i chilometri, le nostre gambe un po’ meno! Degno di nota é il meraviglioso ponte in legno coperto collega le due sponde permettendone l’attraversamento. La piscina comunale, aperta tutto l’anno, ci ha rinfrescati nelle giornate più calde, mentre solo per i nostri fortunati appassionati del brivido un volo col deltaplano ha aperto il cuore ad una meravigliosa vallata.

 

Se d’estate Pinzolo si è rivelata un rifugio contro l’afa della città, d’inverno le discipline sportive invernali ci hanno saputo coinvolgere a 360°.  L’immensa spianata a inizio paese è il regno degli amanti dello sci di fondo, il mio mondo, e le cascate ghiacciate hanno nuovamente rinvigorito gli animi degli spavaldi “giovanotti” al seguito, diventano l’opportunità adrenalinica per praticare l’Ice climbing, ossia la scalata sulle pareti di ghiaccio. Naturalmente, non essendo una patita del brivido, un più “tranquillo” tour nel meraviglioso palazzetto del ghiaccio è stata l’alternativa dettata dal buon senso: aperto sino a tarda sera, anche d’estate,  il sabato sera normalmente si trasforma in discoteca sul ghiaccio. La passeggiata con le ciaspole è assolutamente da non perdere: chi non ama camminare nella neve? Le piste da sci sono state il paradiso per grandi e piccini: piste azzurre e nere ci hanno assorbito quasi tutto il giorno. “CI”: si, perché anche io mi sono decisa e ne ho approfittato per imparare a sciare.

 

Una curiosità: Pinzolo è meta di ritiro della squadra dell’Inter, non mancheranno perciò curiosi o appassionati, arrivati solo per un saluto, un autografo e una foto con i loro idoli. E nel gruppo qualche interista c’era.

L'autore: EasyTrentino
etadmin
Appassionati del nostro territorio, abbiamo raccolto e pubblicato i racconti che ci avete mandato.
http://www.easytrentino.it